seguici anche su:

facebookinstagram

Home Tema
dell'edizione 2017
Info e contatti Prevendita biglietti Dopo-teatro:
degustazione vini e salumi piacentini
Luogo Come
raggiungerci
premio Sponsors
& Partners
Archivio
 

Inizio spettacoli ore 21.30 circa

Calendario spettacoli: 14 luglio
Umberto Galimberti e Sergio Rubini
16 luglio
Alessandro Baricco
19 luglio
Angelo Branduardi
21 luglio
Lella Costa


Venerdì 14 luglio ore 21,30

UMBERTO GALIMBERTI
SERGIO RUBINI

in

Tà Erotikà - Le cose dell’amore

 

Conferenza scenica di Umberto Galimberti,
Con letture a cura di Sergio Rubini,
Musica eseguita dal vivo all’arpa classica da Eleonora Bagarotti


arpaL’apertura del festival è affidata al grande filosofo e psicoanalista junghiano Umberto Galimberti che ci guiderà nel territorio misterioso dell’Amore, in una colta e appassionata indagine intorno ai suoi enigmi: desiderio, seduzione, idealizzazione, follia, sacralità, trascendenza, possesso…
Con lui, un’icona del cinema italiano, lo straordinario attore Sergio Rubini leggerà brani dal Simposio di Platone che propone la seducente visione dell’amore capace di liberare la forza demoniaca dell’eros al di là del vincolo dei corpi e degli individui.
Ad impreziosire la parola detta, il suono incantatorio dell’arpa di Eleonora Bagarotti.

 

 

 

Friday 14th July, 21.30

UMBERTO GALIMBERTI
SERGIO RUBINI

Tà Erotikà – Le cose dell’amore (The stuff of love)


Dramatic lecture Umberto Galimberti
Dramatic readingsSergio Rubini
Live harp by Eleonora Bagarotti


The opening of the festival is entrusted to the great philosopher and Jungian psychoanalyst Umberto Galimberti, who will guide us through the mysterious territory of Love with a learned and passionate inquiry around its mysteries: desire, seduction, idealisation, folly, holiness, transcendence, possession …
Alongside him, the extraordinary actor and icon of Italian cinema Sergio Rubini will read parts of Plato’s Symposium, which proposes the fascinating vision of love as something able to liberate the demonic force of eros from the prison of the body and individuality.
Finally, Eleonora Bagarotti’s incantatory harp will add beauty to the spoken word.


English translations by Marta Donati